spurgo pozzi roma

Lo spurgo dei pozzi neri: utilità

Le condizioni igienico sanitarie, non si devono trascurare sia per la nostra salute, ed anche per evitare un inquinamento ambientale. Per queste ragioni è indispensabile effettuare un operazione di spurgo ogni qualvolta che una condotta è intasata da incrostamenti e scorie. Come prima operazione si procede con una accurata ispezione eseguendo anche dei filmati in modo da tale da vedere il materiale che, causa eventuali intasamenti o rotture nei pozzi neri.

 

Lo spurgo di pozzi neri si svolge in due operazioni: svotamento e stasatura

La prima operazione per lo spurgo dei pozzi neri, è lo svotamento. Con questa azione che, si realizza introducendo un tubo di aspirazione all’interno della fossa, si avvia il depressore e schiudendo la valvola di carico, gli scarti che si trovano all’interno cominciano ad essere aspirati dalla cisterna tramite il condotto.

La seconda operazione per lo spurgo di pozzi neri, è la stasatura. Questa manovra consente alla lavatura dei tubi di scarico. Il procedimento consiste con l’inserimento nel tubo di una sonda, dotata di una testina con dei fori da dove passa l’acqua in pressione che, inoltrarsi nel tubo, lava questo dalle incrostazioni. Tale operazione sarà ripetuta varie volte fino a raggiungere la pulizia completa del tubo.

Informazioni e prezzi su www.spurgoromaprezzi.it

Ogni quanto tempo si deve fare la pulitura ai pozzi neri?

I pozzi neri esigono una manutenzione perlomeno una volta l’anno, devono essere per forza svuotati, contrariamente potrete essere spettatoti di un dramma per nulla piacevole, particolarmente a livello olfattivo difatti se i liquidi traboccano si può imbattersi veramente a problemi davvero gravi.

Una delle gravi difficoltà che si può incorrere nelle grandi città, non pulendo almeno ogni dodici mesi i pozzi neri, sono le invasioni di topi e blatte, che come tutti sappiamo sono portatori di malattie infettive, e queste infezioni sono essere pericolose soprattutto per i bimbi.