Cosa sono i tarocchi e che ruolo hanno nella cartomanzia

La cartomanzia è un’arte divinatoria che prevede l’uso di carte(specifiche o comuni) mediante la quale è possibile conoscere il proprio passato,presenre e futuro.
La cartomanzia per rispondere ai vari quesiti dell’umano fa riferimento ha vari metodi,quelli che risultano più utilizzati sono la lettura dei tarocchi e delle sibille.

I tarocchi non hanno origini ben certe ci sono svariete teorie,tra cui:

-I tarocchi nacquero in Egitto nel XII secolo A.C venivano usati come alfabeto numerico e geroglifico dai sommi sarcedoti.
-I tarocchi nacquero in Cina nel XI A.C in Cina prendendo spunto dal libro “I Ching” il grande libro della saggezza Cinese,anche il fatto che,sia la carta che la stampa usata per fabbricare i Tarocchi proviene dalla Cina,avvalerebbe questa ipotesi.
-I tarocchi nacquero in Italia nel XV D.C in Italia alla corte di Filippo Visconti,questa teoria nasce come conseguenza al ritrovamento di alcuni documenti e dal fatto che furono utilizzati per le carte,i tipici “semi” adoperati nelle carte Italiane.


In origine queste carte avevano solo scopi ludici e quindi usati come gioco ma a partire dal XVII secolo in poi essi vengono adoperati per le attività di esoterismo e per la cartomanzia.
Si narra che il primo mazzo di tarocchi nato in Italia nel XIV secolo sia stato quello dei “Tarocchi Visconti-Sforza” seguito poi dai “Tarocchi di Minchiate”nati a Firenze nel XV secolo,scomparsi nel tempo, e dai “Tarocchi Siciliani”nati in Sicilia nel XVII secolo,usati ancora oggi come carta da gioco ,soprattutto nel loro luogo d’origine.
I tarocchi più diffusi e usati ai giorni nostri sono i “Tarocchi di Marsiglia” con origini non chiarissime ma diffusesi attorno al 1700 e i “Tarocchi di Rider” nati negli Stati Uniti D’America nel 1908.
Ogni tarocco presenta un’immagine o un simbolo diverso,queste figure vengono chiamate arcani da ” arca” che vuol dire custodire,tramandare come a significare che queste immagini debbano essere custodite per poi essere tramandate nei tempi.
I tarocchi sono composti da 78 carte rappresentanti immagini sacre,animali e figure mitologiche suddivise in 2 gruppi:
-ARCANI MAGGIORI O TRIONFI (22 carte)sono ricche di significato quelle che,lette da una cartomante,sono in grado di rivelarci il nostro passato e presente.Esse interpretate nel giusto modo sono in grado di darci indicazioni o “consigli” per il futuro.
-ARCANI MINORI (56 carte) suddivise,a loro volta,in 4 semi:Bastoni,coppe,denari e picche.
Ogni seme è formato da 14 carte,10 numeriche e 4 simboliche.Gli arcani minori sono più specifici e completano in modo dettagliato la previsione data dagli arcani maggiori.
I tarocchi sono un efficace strumento per avere più consapevolezza sulla propria vita,sugli errori passati e sul proprio presente;possono essere buon alleati per chi è incerto sul suo futuro e per chi si chiede cosa fare.
Il cartomante è una persona capace di interpretare i simboli e i numeri presenti nelle carte e di,mediante le stesse,rivelarci e prevedere il nostro futuro.
Ogni cartomante usa il proprio metodo e la sua propria etica di lettura dei tarocchi tenendo conto delle carte estratte e della posizione delle stesse.
Ci sono molti modi e schemi per leggere i tarocchi,infatti,la chiromante può avvalersi di vari tipi di “stesa” delle carte per un numero che va dalle 3 alle 12 carte,il metodo più diffuso è quello formato da 10 carte,meglio conosciuto come “La croce celtica”.
Durante la consulenza la “veggente” può chiedervi di non incrociare le gambe e di fare la “pesca” delle carte con la mano sinistra. scopri la cartomanzia a basso costo da cellulare tim
La cartomante non viene ritenuta una maga ma una persona che conosce la cartomanzia e sa perfettamente come interpretare i tarocchi,rivelando al cosultante il proprio futuro consigliandolo sulla cosa migliore da fare.