storia latino americano

Balli latino americani la storia

Hanno conquistato le sale da ballo e le discoteche con i loro ritmi rapidi ed i passi facili da apprendere. La loro popolarità non accenna a calare e, dalla prima metà del Novecento ad oggi, balli come il mambo, il cha cha e la salsa continuano ad attrarre ballerini.

Quando si parla di balli latinoamericani ci riferisce ad una serie di danze sviluppatesi prevalentemente nella costa Atlantica del continente americano.

Il sostrato culturale afroamericano, importato dagli schiavi giunti nel Nuovo Mondo tra il XVIII ed il XIX secolo, sopravvisse e si sviluppò per mescolarsi agli influssi dei ritmi e suoni di isole come Portorico e Cuba.

La New York di inizio Novecento, porto commerciale e centro nevralgico degli Stati Uniti, crocevia di culture, popoli e tradizioni, rappresentò la base ideale per la nascita e lo sviluppo dei balli latinoamericani.

I suoni tradizionali delle isole caraibiche si fusero assieme alla musica occidentale tradizionale ed al jazz e, grazie ad alcune semplificazioni, divenne fruibile al pubblico americano e non solo, iniziando così il successo che, ancor oggi, coinvolge danze popolari ed apprezzate come la salsa.

 

I Danzon, alle origini dei balli latinoamericani

Il successo dei balli latinoamericani si deve ad un perfetto equilibrio raggiunto tra le sopravvissute tradizioni africane, preservate con fatica dagli schiavi neri, e l’influenza della cultura occidentale e creola.

I flussi migratori che interessarono le popolazioni portoricane e cubane resero gli Stati Uniti un terreno fertile per generare ritmi e suoni coinvolgenti e densi di contaminazioni culturali.

 

Ma perché Portorico e Cuba sono così importanti nello sviluppo dei balli latinoamericani?

Le vicissitudini politiche affrontate dalle due isole e l’influsso dei movimenti di liberazione nazionale che coinvolse le colonie nel corso XIX e del XX secolo, permisero alle popolazioni di poter esprimere la loro cultura attraverso la musica e i canti senza censure di alcun tipo.

A ciò contribuirono anche le vicende che interessarono Haiti, scossa da una ribellione degli schiavi. Nacquero in questo contesto, nel corso dell’Ottocento i Danzon, precursori della salsa e non solo.

 

Dalla contraddanza alla salsa

Fu anche una danza folk europea di origine inglese, la contraddanza a giungere a Cuba agli albori dell’Ottocento a seguito degli sconvolgimenti politici del Vecchio Continente.

La contraddanza, mescolandosi ai ritmi africani, si tramutò ben presto nei Danzon. Da questi, nel corso degli Anni Trenta del Novecento, si sviluppò ed istituzionalizzò il Mambo ed il Cha Cha Cha, poi semplificato nel Cha Cha: musiche ballabili con passi laterali, capaci di trascinare e coinvolgere il pubblico.

L’enorme successo decretato venne coronato nel 1933 con le incisioni delle prime canzoni ballabili di salsa.

Scuola di ballo: http://www.scuoladiballosampaoli.com/