Quali sono le verdure di stagione in Italia?

1. Le verdure di stagione: inverno
Contrariamente a quanto si possa pensare, l’orto in inverno offre diversi prodotti indispensabili per il benessere del corpo.
I prodotti dell’orto invernale rispondono perfettamente all’invito dei nutrizionisti di consumare cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, soprattutto all’incoraggiamento di nutrirsi con i colori della vita.E l’orto, anche in inverno esplode con i suoi colori nelle varie tonalità: dalle molteplici varietà di broccoli e broccoletti che, con spinaci e bietola verde scuro, forniscono una buona quantità di sali minerali, ai cavoli sempre più chiari, fino a diventare bianchi con il cavolfiore e il sedano, all’arancione della carota e della zucca, al rosso dei ravanelli, dei pomodori e delle striature del radicchio.
Ortaggi, questi, colmi di vitamine e sostanze nutrienti che solo il consumo fresco e immediato salvaguarda.

2. La natura ha più sfumature

Il consiglio dei nutrizionisti di consumare prodotti si stagione è mirato al consumo responsabile, nel rispetto dell’equilibrio naturale della produzione naturale che punta alla raccolta legata al clima, al riposo della terra coltivata, alle piante e alla loro crescita.

Da consiglio ciò diventa una regola che si basa sui principi salutari della dieta mediterranea, secondo la quale la cura del corpo passa anche attraverso il consumo giornaliero di prodotti naturali, sani, di stagione.

4. Le verdure di stagione
Scopriamo insieme le verdure di dicembre.
– Bietola e spinaci sono le verdure che in inverno resistono al freddo: buone e sane, possono avere in cucina diversi usi.
Entrambe hanno poche calorie e un buon contenuto di ferro, magnesio, calcio e fosforo.
La bietola ha ottime proprietà rinfrescanti e aiuta l’intestino nelle sue funzioni, oltre che rafforza il sistema immunitario.
Gli spinaci, oltre ad avere proprietà antiossidanti, sono ottimi lassativi; sono conosciute come le verdure con il più alto contenuto di ferro rispetto a molte altre.
– Broccoli e broccoletti sono gli ortaggi non amati dai bambini per antonomasia, probabilmente più per il nome che per il loro sapore: sono, infatti, abbastanza dolci e nella cucina possono essere utilizzati in maniera molto versatile.
Non hanno molte calorie ma sono ricchi di sali minerali, di calcio, di fosforo, di ferro e di potassio, di vitamine del gruppo B e C e hanno un buon contenuto di fibre.
Entrambi hanno ottimi effetti contro la stitichezza, rafforzano il sistema immunitario e sono validi antiossidanti; sono considerati ortaggi che aiutano a prevenire l’insorgere del cancro e il proliferarsi di cellule tumorali.
– Il carciofo è uno degli ortaggi del mese di dicembre che ha il più alto contenuto di fibre: il suo uso abbassa notevolmente i valori alti di colesterolo e di glicemia dal sangue.
Il consumo di carciofi favorisce le funzioni del fegato, soprattutto aiuta per la sua disintossicazione.
Ha pochissime calorie; il suo uso in cucina è molto diffuso.
– Cavoletti di Bruxelles, cavolfiore, cavolo verde e cavolo cappuccio
sono ortaggi parecchio ricchi di sali minerali, ferro e fosforo, oltre che proteine, vitamina C e vitamine del gruppo B.
In comune hanno il contenuto di pochissime calorie ma ognuno di essi ha delle proprietà benefiche diverse per la salute.
Il cavolo verde è molto indicato per per regolare la pressione arteriosa e per la prevenzione di malattie respiratorie, poichè svolge una funzione immunizzante; il cavolo di Bruxelles e il cavolo cappuccio, oltre ad avere proprietà antiossidanti, aiutano a prevenire varie forme di cancro; il cavolo verza è particolarmente indicato per il contrasto di cellule tumorali, in particolare quelle del colon e dei polmoni.
– Le carote, i fagiolini, i pomodori, il sedano e i porri sono dei veri e propri valori dell’orto del mese di dicembre: hanno un alto contenuto di sali minerali e vitamine e il loro contenuto così basso di calorie permette loro di essere utilizzati a trecentosessanta gradi sia nelle ricette di cucina che crudi.
Sono ortaggi di uso comune e aiutano a mantenere in salute l’organismo: il loro consumo quotidiano, durante i mesi invernali, contribuisce a donare all’organismo una buona dose di sali minerali.
In particolare: il sedano combatte i reumatismi e aiuta a depurarsi; i fagiolini, pur essendo legumi, contengono molta acqua, aiutano la diuresi e a regolarizzare la pressione sanguigna; il porro è ricco di vitamina A, è l’ortaggio maggiormente utilizzato nella dieta per il controllo del peso; i pomodori, ricchi di vitamina B, sono molto forti contro il colesterolo, combattono l’insorgere di tumori e sono conosciuti come potenti antiossidanti; le carote sono notissime per la protezione della vista, ma non tutti sanno che proteggono le pareti dello stomaco, prevedendo l’insorgere dell’ulcera e della gastrite.

Il consumo abituale di verdure di stagione, aiuta a mantenere sano non solo l’organismo dell’uomo, ma rispetta fortemente la natura.