la migliore piastra a ioni

CON LA PIASTRA A IONI IL LISSAGE È IMPECCABILE E LUMINOSO

È la migliore amica delle fedelissime del lissage, ma è anche una alleata affidabile della piega home made, indipendentemente dall’effetto riccio o diritto che si desideri adottare. La piastra agli ioni è l’ultima frontiera dello styling performante perché oltre all’apparenza pensa anche alla sostanza. Con la piastra a ioni, infatti, il lissage è assicurato senza dover pagare lo scotto di uno stress termico aggressivo che, alla lunga, indebolisce e rovina la chioma.

Il segreto è tutto nell’umidità

Riccio, liscio o ondulato non fa differenza. Qualsiasi sia il look che volete dare ai vostri capelli, l’importante è ottenerlo con una piastra che rispetti la capigliatura. La scelta migliore è la piastra a ioni, apparecchio dalla tecnologia innovativa che garantisce ottime prestazioni con il massimo della delicatezza. Grazie all’effetto ionizzante di queste nuove piastre, i capelli non si disidratano durante il lissage. Questa tecnologia, già nota con i phon, applicata alla piastra permette infatti di mantenere inalterato il grado di umidità e di idratazione interne del capello che quindi non viene stressato dal calore in maniera così aggressiva, come invece accade con le piastre tradizionali.

Dite addio all’effetto crespo

La peculiarità unica della piastra a ioni è la sua capacità di contrastare l’effetto crespo e la formazione di elettricità statica. Ecco perché dopo avere usato la piastra a ioni la capigliatura appare morbida e setosa. In sostanza, mentre la piastra scorre su ogni ciocca, rilascia milioni di ioni – particelle caricate negativamente – che avvolgono ogni capello intrappolando al loro interno l’acqua che altrimenti, con una piastra qualsiasi, evaporerebbe a causa del grande calore. Ci sono poi anche modelli di piastre a ioni che vengono rivestite con la tormalina, questo minerale si è rivelato una meraviglia per i capelli perché è capace di potenziare l’effetto ionizzante con una serie di benefici: migliora lo scorrimento della piastra sulla chioma e anche la capacità di contrastare l’effetto crespo, oltre a donare alla capigliatura un particolare aspetto lucente e setoso.

Così proteggete i capelli

Ovviamente per piastrare i capelli in maniera sicura e duratura vale sempre la buona regola di lavorare su piccole ciocche alla volta, magari separandole in ciuffi di 2 o 3 centimetri, da lisciare con un movimento della piastra scorrevole ma deciso. Resta valida anche l’ottima abitudine di schermare sempre la chioma con un prodotto ad hoc – perfetti quelli termo protettivi – perché, per quanto sia avanzata la tecnologia di cui si avvalgono gli apparecchi come la piastra a ioni, resta sempre il fatto che più si proteggono i capelli dal calore meglio è.

Come riconoscere la migliore piastra

la migliore piastra a ioni

Quando acquistate la piastra a ioni controllate sempre che sia possibile regolare la temperatura, perché non tutte le chiome hanno bisogno della stessa intensità di calore. Se avete i capelli spessi oppure se sono crespi, per esempio, per lisciarli avrete certamente bisogno del massimo della temperatura. Allora in questo caso potete anche scegliere una piastra a ioni senza regolazione, a patto che raggiunga immediatamente i 200-220 gradi. Ma se i vostri capelli sono sottili o magari anche un po’ indeboliti e sfibrati è importante potere impostare le condizioni termiche e assestarsi senza correre rischi inutili su temperature più basse, tra 160-180 gradi. Quindi, tutto sommato, una piastra a ioni che costa qualche euro in più ma che consente di regolare la temperatura adeguandola alle proprie esigenze è un buon acquisto. Bisogna poi verificare anche le misure della piastra a ioni che intendete comperare, mettendole in relazione alla lunghezza della vostra capigliatura. Se i vostri capelli sono corti o se dovete fare lo styling della sola frangia o di ciuffi corti, vi conviene comperare una piastra a ioni piccola, compatta e maneggevole, se invece la vostra chioma è lunga sarà molto più utile acquistare un apparecchio con piastre larghe.

PULITELA SEMPRE E CON CURA

Infine, proprio perché la piastra per capelli è la migliore amica dei capelli di una donna, bisogna prendersene cura. Ciò significa pulirla periodicamente con uno panno morbido, meglio se è ancora tiepida – ma scollegata dalla corrente – perché il calore facilita la rimozione dei residui di grasso e dei prodotti per lo styling. Solo eliminando sempre le impurità che si depositano dopo ogni lissage garantirete una vita lunga all’apparecchio e a voi stirature impeccabili e luminose.