Cibi che fanno bene al Cuore

Cibi che fanno bene al Cuore

Il cuore rappresenta l’organo principale del corpo umano posto all’interno della cavità toracica, subito dietro lo sterno e le cartilagini costali che si ergono a protezione, in avanti rispetto alla colonna vertebrale.

Il cuore viene definito un organo-muscolo in quanto la sua composizione è rappresentata per la maggior parte da muscoli striati. La funzione principale del cuore assicura la circolazione del sangue all’interno dell’intero organismo, attraverso la rete artero-venosa e i capillari. Oltre ad assicurare il fluire del sangue il cuore si contrae con un ritmo e frequenza regolari che possono essere risultare alterati in presenza di particolari sforzi fisici o patologie.

La frequenza cardiaca in un soggetto adulto a riposo definita normale oscillerà tra i 50 e gli 80 battiti al minuto, ma valori superiori o inferiori a tali valori non rappresenteranno per forza di cose patologie o disturbi. Anche l’alimentazione, come ricorda Esaustivo.it allo stesso modo dello stile di vita, influenzerà l’organo principale del cuore, positivamente o negativamente. Attraverso questo articolo cercheremo di analizzare tutti gli alimenti ad effetto benefico per la salute del cuore.

 

Alimenti Benefici per il Cuore

Estratto secco d’olivo e Omega 3: i grassi essenziali contenuti nel pesce (Omega 3) si rivelano indispensabili per salute del cuore, agendo come una sorta di protezione contro il colesterolo e gli alimenti eccessivamente grassi. Gli Omega 3 sono disponibili anche sotto forma di integratori in capsule, da assumere in 2-4 volte al giorno, mentre in alternativa si potranno assumere in contemporanea anche capsule di estratto secco d’olivo, soprattutto in presenza dii ipertensione.

Pesce: il consumo ideale della carne di pesce di mare, all’interno dell’arco della settimana, in abbinamento a verdura, frutta possono prevenire attivamente il rischio di patologie cardiache. Lo stesso effetto, in modiche quantità, è rappresentato anche dal cioccolato fondente, dalle noci, vino rosso.

Radicchi: questi ortaggi presentano un’azione antiossidante tra le più potenti a livello alimentare, in grado di proteggere sia i vasi sanguigni che il cuore stesso, in particolar modo il radicchio rosso allo stato crudo.

 

Cosa Mangiare per la Salute del Cuore

Di seguito vediamo cosa possiamo mangiare per migliorare la salute del nostro cuore, iniziando dalla colazione, considerata per tanti il pasto più importante della giornata, e passando dagli spuntini per arrivare al pranzo ed alla cena.

Il primo menu che consigliamo è il seguente:

  • Colazione: 4 albicocche; 1 yogurt magro; 1 tazza di tè verde; 2 biscotti secchi integrali.
  • Spuntino mattutino: una manciata di ciliegie.
  • Pranzo: 70 grammi di orzo cucinato a risotto con fagioli; un’insalata mista di pomodori e radicchio; 1 mela.
  • Spuntino pomeridiano: una tazza di macedonia mista senza zucchero.
  • Cena: 150 grammi di alici crude marinate; 250 grammi di verdure miste (zucchine, peperoni, melanzane) saltate in padella con olio extravergine di oliva e spezie a piacere; 40 grammi di pane integrale ai 5 cereali; 1 infuso di biancospino.

 

Per il secondo menu consigliamo invece:

  • Colazione: 1 tazza di latte di soia con 2 cucchiaini di cacao amaro; 3 noci.
  • Spuntino mattutino: 1 tazza di melone a cubetti.
  • Pranzo: 1 piatto di zuppa di legumi e orzo; 250 grammi di carciofi in insalata mista.
  • Spuntino pomeridiano: 20 grammi di cioccolato fondente.
  • Cena: 200 grammi di salmone al forno; 200 grammi di patate cotte al vapore; 1 infuso alle erbe.

 

Cosa Non mangiare

E’ importante ricordare che ci sono degli alimenti che non andrebbero mangiati in caso di malattie cardiovascolari. Ci sono alcuni cibi che dovrebbero essere completamente eliminati dal proprio regime alimentare, altri che potranno essere invece limitati.

Tra i cibi da limitare ci sono tutti quelli che contengono grassi animali. Si consiglia di evitare anche tutti i formaggi ed i latticini perchè sono prodotti che presentano grandi quantità di colesterolo.

Anche il vino va limitato, nonostante in molti consiglino che un bicchiere di vino per pasto possa fare bene. Chi soffre di malattie cardiovascolari non dovrebbe consumarne o quanto meno ridurre al minimo il consumo del vino che resta pur sempre una sostanza alcolica.