Condizionatori: sono davvero dannosi alla salute?

I condizionatori sono spesso utilizzati durante il periodo estivo, in modo che nelle case o anche negli ambienti di lavoro si crei quella sensazione di refrigerio piacevole, che allontana il rischio di sudore e di caldo eccessivo a causa della calura estiva.

Il problema però è stato ipotizzato e a quanto pare addirittura dimostrato da numerosi ricercatori dell’Università di Wisconsin-Madison che hanno messo per iscritto numerosi dati importanti.

Tra questi, hanno ipotizzato che solo negli Stati Uniti orientali, nel 2050 moriranno numerose persone proprio a causa dell’inquinamento determinato dai condizionatori.

Il problema principale infatti, secondo gli studiosi, deriva dal fatto che tali macchinari sfruttano i combustibili fossili e se si continuasse a respirare quest’aria provocata da tali elementi, potrebbero sopraggiungere problemi di salute molto grave.

 

I condizionatori e la salute

Gli studiosi americani hanno pubblicato uno studio sulla rivistaPLOS Medicine”, che ha evidenziato una stretta correlazione tra condizionatori, inquinamento e rischio di aggravare la propria salute.

Il problema maggiore, infatti, secondo i ricercatori viene determinato dal fatto che i canali aria condizionata a vista o di qualsiasi altro tipo possano inquinare l’ambiente, perché sfruttano i combustibili fossili, elementi che a lungo andare, provocano anche danni alla salute.

Un uso continuo e spropositato di tali macchinari può quindi provocare non pochi problemi, soprattutto addirittura in alcuni casi, mortali.

Questa ipotesi è stata dimostrata con numerosi dati che i ricercatori hanno pubblicato sulla rivista citata, prevedendo addirittura che tra circa 30 anni, solo in una parte degli USA ci saranno numerose vittime proprio a causa di questo problema.

Ciò però non significa che non si potranno più accendere tali macchinari, ma che l’ideale sarebbe alternare il loro uso con un ricircolo naturale dell’aria.

Molte persone, infatti, ne fanno un uso spropositato, e questo può essere molto pericoloso.

 

Le altre ipotesi

Sebbene sia stato evidenziato da più studiosi il fatto che usare in modo esagerato i condizionatori faccia male, non tutti sono d’accordo con lo studio condotto dall’Università di Wisconsin-Madison e sostengono che sia esagerato parlare addirittura di vittime.

Altri invece confermano la tesi, anche se sottolineano che per evitare problemi sarebbe il caso di usare in modo giusto e regolare il macchinario in questione.

Insomma, dato che nel periodo estivo numerose persone lasciano il condizionatore acceso 24 ore su 24, questo potrebbe essere pericoloso.

Oltre a questo, un altro grave errore che in molti compiono è quello di lasciare una temperatura molto fredda nell’ambiente, mentre all’esterno la temperatura è molto più alta.

In questo modo, si crea una differenza esagerata, che potrebbe provocare infreddature o raffreddore e febbre.

Insomma, il condizionatore può essere un oggetto molto utile, ma nello stesso tempo è bene anche alternarlo con aria proveniente dall’ambiente esterno, anche perché altrimenti potrebbe provocare dei danni alla salute.

Oltre a questo, è molto importante provvedere anche ad un controllo e manutenzione continui del macchinario, in modo da non rischiare nemmeno di incorrere in danni domestici.

Fondamentale anche una corretta igienizzazione del macchinario, così da evitare ristagni di batteri o virus al suo interno.