Massaggio connettivale

Massaggio connettivale: un toccasana per la pelle

Il massaggio connettivale è una tecnica nata nel secolo scorso ad opera di una fisioterapista tedesca (Elisabeth Dicke) che la sperimentò inizialmente sugli arti inferiori.

Nel corso degli anni gli studi sono continuati, per mettere a punto una tecnica valida in ogni dove, anche se ancora oggi è ampiamente discussa. Molti infatti sono i medici che non credono nella sua efficacia.

Cos’è il massaggio connettivale

Stiamo parlando di una tipologia di manipolazione energica a tratti, a volte può non essere piacevole ma il suo obiettivo è quello di stimolare il tessuto connettivo. Quest’ultimo collega nutre e sostiene i tessuti di tutti gli organi.

Ecco dunque che si tratta di un massaggio che richiede movimenti precisi e profondi che servono per alleviare e contrastate disturbi localizzati.

Il fatto che si tratti di un procedimento gestuale molto tecnico, si consiglia sempre di affidarsi solo a massaggiatori professionisti o fisioterapisti esperti, che conoscano i segreti della manipolazione, nonché tutte le tecniche. Non serve utilizzare oli e creme durante la seduta, in quanto l’efficacia risiede nella pressione e nella trazione dell’epidermide.

I benefici sulla salute dell’uomo

Appare dunque evidente che il massaggio connettivale secondo i luoghi comuni sia in grado di risolvere molti problemi di salute. Tuttavia è doveroso evidenziare che sia durante che dopo la seduta si potrebbero avvertire dei dolori.

Grazie a questi dolori avvertiti si scioglie tutta la rigidità muscolare, evitando così eventuali contratture. Per chi soffre di dolori articolari, qualunque sia la natura, un massaggio di questo tipo può risolvere il problema, così come può risolvere problematiche legate alla rigidità muscolare. Anche la circolazione del sangue trae veneficio durante una seduta terapica. Vediamo nel dettaglio qualche vantaggio in più.

Fare un massaggio connettivale alle gambe e al viso

Il massaggio connettivale va benissimo sulle gambe in quanto aiuta a combattere gli inestetismi della cellulite. Non può risolvere il problema ma in concomitanza di dieta sana e attività fisica il massaggio riesce ad agevolare la perdita della buccia d’arancia. Questo in quanto la manipolazione scioglie i grumi adiposi, dando al tessuto maggiore ossigeno e producendo maggiore quantità di collagene.

Per quel che concerne il viso, anche in questo caso i massaggi connettivali sono ottimi alleati per la salute e la forma della pelle. In questo caso diventa più che altro un esercizio di ginnastica facciale, il cui movimento tira su i tessuti, rendendoli tonici e vigorosi. Quelle che sono le classiche rughe vengono distese, e la pelle in generale acquista più luminosità. In linea di massima dunque si crea il rilassamento cutaneo.

I benefici per la schiena e il corpo

Se fatto alla schiena il massaggio prende ancor più valore. Esso infatti consiste in manipolazioni specifiche che vanno ancora più a fondo. Le persone richiedono questa forma di terapia quando soffrono di disturbi delle articolazioni e della muscolatura. Tuttavia aiuta anche la cicatrizzazione e il rilassamento cutaneo?

Spesso anche gli sportivi si sottopongono a sedute di terapia connettivale, soprattutto se hanno subito traumi che richiedono una riabilitazione mirata. La manipolazione in tal cado va bene anche per guarire i dolori dovuti da postura scorretta. In tal modo il massaggio non riduce solo il dolore ma scioglie ogni tensione muscolare migliorando la deambulazione. Grazie a questi benefici apportati lungo il corpo migliora anche l’umore, il benessere corporale in genere.