la fine mercato tutelato energia

Cosa succede con la fine del mercato tutelato energia?

Oggi giorno gli utenti usufruiscono del mercato tutelato, ovvero pagano luce e gas a un prezzo regolamentato dall’ARERA, ovvero l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, ma ormai da diversi anni è possibile scegliere se rimanere all’interno del regime tutelato o passare al libero mercato. In realtà, la fine mercato tutelato energia non è poi così lontana: infatti la Legge 4 agosto 2017 n. 124 ha previsto la soppressione del mercato tutelato energia a partire dal 1°luglio 2019. Con la fine mercato tutelato energia dovrebbe esserci un buon livello di concorrenza ed il prezzo si delinea liberamente dall’incontro tra la domanda e l’offerta di energia elettrica e gas.

 

 

Perché avverrà la fine mercato tutelato energia?

La fine mercato tutelato energia avviene a seguito del Decreto legislativo n. 79 del 16 marzo 1999 che ha portato all’avvento della liberalizzazione del mercato per adeguare l’Italia alla direttiva comunitaria del 1996 volta alla creazione del Mercato Unico dell’energia in Europa. Ciò ha condotto ad una graduale liberalizzazione delle attività di produzione, importazione, esportazione, acquisto e vendita di energia elettrica. A partire da luglio 2007 il mercato dell’energia in Italia è stato liberalizzato, ogni fornitore può quindi decidere di entrare sul mercato in qualsiasi momento e gli utenti possono liberamente decidere a quale fornitore rivolgersi.

 

 

Cosa cambierà per i consumatori con la fine mercato tutelato energia?

Nella pratica, i cambiamenti che verranno riscontrati con la fine mercato tutelato energia comporteranno una scelta tra mercato libero e il servizio di salvaguardia, che verrà esteso a tutti i consumatori. Se non ci saranno altre modifiche, entro luglio 2019 tutti gli utenti rimasti nel regime di maggior tutela dovranno necessariamente scegliere un operatore del mercato libero per la propria fornitura di energia. L’ARERA, nel ruolo di garante, continuerà a vigilare sul mercato libero per la tutela dei consumatori, ma le proposte contrattuali del servizio tutelato scompariranno. In questo contesto, poiché il panorama diventerà sempre più competitivo, gli utenti dovranno scegliere la migliore tariffa di luce e gas in modo efficace basandosi sui propri consumi. Appare chiaro quindi, che per risparmiare o contenere i costi sarà quindi necessario scegliere un fornitore del mercato libero prima della scadenza del 1°luglio 2019.