adeguamento sismico

Adeguamento sismico casa e condominio: come fare

Il territorio italiano è altamente sismico da Nord a Sud e, quindi, è fondamentale proteggere la propria abitazione dai terremoti. L’adeguamento sismico della propria abitazione diventa di assoluta importanza per arrivare ad avere i livelli di sicurezza ottimali previsti dalle attuali norme vigenti.

L’adeguamento sismico di una struttura permette di modificare un edificio esistente rendendolo molto più sicuro e meno vulnerabile all’azione spesso distruttrice di un terremoto. Moltissimi sono gli edifici vecchi presenti sul nostro territorio che avrebbero bisogno di interventi massicci di adeguamento sismico: soprattutto nelle zone ad alto rischio sismico, adeguare la propria abitazione a livelli di sicurezza maggiori diventa un’azione fondamentale.

casa anti terremoto

Molti edifici esistenti sono stati costruiti, nei decenni passati, senza alcun tipo di progettazione antisismica e con normative vetuste e assolutamente inadatte alle regole edilizie richieste oggi. Ridurre il rischio sismico di una struttura è possibile fissando alcuni obiettivi da raggiungere e intervenendo adeguatamente sulle più urgenti criticità dell’edificio. In Italia molti interventi di adeguamento sismico sono finanziati con il cosiddetto “Sisma Bonus”: tali incentivi fiscali si ottengono in base alla classe di miglioramento sismico data dall’intervento di adeguamento dell’edificio.

L’adeguamento sismico di un edificio diventa obbligatorio nei seguenti casi: per chiunque abbia intenzione di apportare variazioni di classe e di destinazione d’uso tali da aumentare i carichi globali in fondazione maggiori del 10%; per chiunque desideri ampliare o sopraelevare la costruzione; per trasformare la struttura in un organismo edilizio del tutto diverso dal precedente.

Negli ultimi anni sono state generate nuove norme antisismiche e sono stati immessi sul mercato nuovi materiali molto più resistenti e sicuri rispetto a quelli utilizzati nei decenni scorsi: i migliori materiali disponibili sono il calcestruzzo rinforzato con fibre e acciaio altamente resistente e i FRP, cioè i polimeri rinforzati con fibre. L’adeguamento sismico permette di aumentare la resistenza degli edifici in caso di terremoto e di ridurre in modo sensibile il rischio di lesioni strutturali gravi o di crolli.