Cosa fa un consulente aziendale?

Chi dirige un’azienda, che sia essa di prodotti o di servizi, sa benissimo a quante cose bisogna pensare ogni giorno per poter ottenere risultati positivi in bilancio.

L’organizzazione aziendale è un complesso importante e allo stesso tempo delicato, fatto di persone, di regole, di metodi di lavoro, di politiche di vendita e di distribuzione, di marketing e strategia, di assistenza e supporto al cliente.

Ogni singolo meccanismo aziendale deve funzionare alla perfezione, come in un orologio svizzero, e in sintonia con tutti gli altri componenti, per fare in modo che tutto fili liscio.

Si tratta di un lavoro impegnativo, al quale vanno ad aggiungersi una serie ulteriore di incombenze che, però, più che essere relative al servizio o al prodotto, si riferiscono alla gestione aziendale e ad alcune procedure obbligatorie per legge, alle quali il titolare di un’azienda deve sottostare.

Seguire in prima persona anche questi aspetti diventerebbe veramente un lavoro pesante e graverebbe non di poco sulle spalle di chi già deve sopportare tutta la gestione operativa di una compagnia.

Proprio per questo motivo si decide nella maggior parte dei casi di rivolgersi ai consulenti aziendali.

Chi è un consulente aziendale e cosa fa?

Il consulente aziendale è una figura competente e preparata in un determinato campo, titolata ad operare, per seguire delle mansioni specifiche in nome e per conto dell’azienda con la quale sigla un contratto di collaborazione.

Le consulenze possono riferirsi a diversi settori aziendali ed ognuna di esse presenta delle peculiarità specifiche.

Affidarsi ad un consulente non vuole solo dire scaricare la responsabilità su qualcuno più ferrato di noi in una determinata materia.
Vuole, piuttosto, significare che deleghiamo delle mansioni e degli obblighi da espletare ad un professionista esterno, che lavorerà per noi, senza il bisogno di essere assunto.

Il consulente diventa anche un nostro consigliere, in quanto ci indica “la retta via” che dobbiamo tenere, al fine di evitare anche possibili sanzioni per eventuali nostre inosservanze.

Che tipo di consulenze vengono fornite ad un’azienda?

Oggigiorno gli obblighi per chi ha un’attività imprenditoriale sono realmente tanti, per cui anche la figura del consulente aziendale si è diversificata e specializzata in base al servizio di cui il cliente può necessitare.

Ci sono consulenti aziendali in materia HACCP, ossia quelli che seguono le attività alimentari per fare in modo che le stesse rispettino tutte le procedure richieste dalla legge in materia di igiene e pulizia.

Ci sono i consulenti che si occupano di supportare le ditte sotto l’aspetto delle procedure da seguire per la normativa antincendio e/o quella della sicurezza sul lavoro, occupandosi anche della formazione al personale aziendale.

Dopo l’ultima direttiva sul trattamento dei dati per la privacy (GDPR), è nata la figura del consulente che fornisce alle imprese le corrette modalità di gestione dei “dati sensibili” di clienti e fornitori, ma anche degli stessi dipendenti.

Forse non lo sapete, ma esistono oggi dei fornitori, come la Saltech di Roma, che riescono ad offrire tutti questi servizi messi insieme, grazie alla pluriennale esperienza del proprio staff, che raggruppa professionisti dei vari argomenti.

Si evita così di avere numerosi interlocutori e si possono ottimizzare in questo modo tempo e risorse.

Se poi c’è bisogno di qualcuno che ci aiuti ad incrementare i nostri guadagni, abbiamo consulenti commerciali anche per questo… e solitamente sono quelli da cui ci aspettiamo di più.