Come esplorare l’Italia

Chiedi ad un intaliano in quale parte mondo desidererebbe vivere, e ci sono grandi probabilità che lui ti risponda: “proprio qui”. In effetti, la maggior parte delle persone – non solo gli italiani – hanno sempre parlato molto bene dell’Italia, quantomeno dal punto di vista del turismo, e ad essere onesti il paese ha davvero tutto: uno dei paesaggi più vari e belli in Europa; il più grande tesoro del mondo parlando d’arte (molti in mostra nella città che sono loro stesse delle opere d’arte, grazie ai loro imponenti edifici).

Il loro clima nel complesso molto bello; e, più importante di tutti per molti, una deliziosa e autentica cucina nazionale. Il paese non è perfetto – le sue città storiche sono state spesso sottovalutate e non curate nel modo giusto, e al di là dei luoghi turistici il clima è visibilmente teso- ma per i suoi luoghi da visitare, molti dei vecchi cliché sono ancora veri; Una volta che hai visitato l’Italia, non vorrai mai viaggiare in nessun altro luogo.

Italia potrebbe essere la meta turistica più celebre del mondo, ma è diventata  uno stato unitario solo nel 1861, e di conseguenza gli italiani  sentono spesso le more di una fedeltà alla loro regione rispetto che alla nazione nel suo insieme -cosa che si manifesta nelle sue diverse cucine, dialetti, paesaggi e variare del tenore di vita. Tuttavia, se vi è una sola caratteristica nazionale italiana, è quella di abbracciare la vita nella sua pienezza – dalle centinaia di feste locali che si svolgono in tutto il paese in un dato giorno per festeggiare un santo alle sagre locali; Dall’importanza attribuita al buon cibo; all’ossessione per i vestiti e l’immagine; fino al rituale quotidiano della passeggiata serale a piedi.

C’è anche un enorme patrimonio culturale del Paese: In Toscana i monumenti storici da soli costituiscono un patrimonio storico ed artistico più vasto di quello di qualsiasi altro paese del mondo; vi sono notevoli resti dell’impero romano in tutto il paese, in particolare a Roma stessa; e ogni regione mantiene le sue reliquie di una tradizione artistica generalmente riconosciuta tra le più ricche del mondo. Eppure, se tutto quello che vogliamo fare è rilassarci, non c’è motivo di non scegliere l’Italia in ogni caso. Ci sono un certo numero di posti dove rimanere a risposare in spiaggia, di luoghi appartati e meno affollati. E se siete alla ricerca di una vacanza attiva, non c’è posto migliore: le montagne corrono quasi tutta la lunghezza del paese – dalle Alpi e Dolomiti, nel nord-est lungo l’Appennino,  formano la spina dorsale della penisola; sci e altri sport invernali sono praticati avidamente; e la fauna selvatica di tutti i tipi prospera nei parchi nazionali del paese.

Roma, capitale d’Italia e quella città del paese che non deve fedeltà né al nord né sud, è una straordinaria città abbastanza diversa da qualsiasi altra, e poi in termini di luoghi di interesse storico supera tutto il resto del mondo in qualche modo. E ‘il punto focale del Lazio, in parte una regione povera e talvolta desolata cui paesaggio è spesso accidentato, soprattutto a sud di Roma, in contrasto con la bellezza più curata delle regioni centrali.

La Liguria,  piccola provincia costiera , è stata a lungo conosciuta come la “Riviera italiana” ed è di conseguenza affollata da amanti del sole per gran parte dell’estate. Tuttavia, è un bellissimo tratto di costa, e la sua capitale, Genova, è una vibrante, vivace città portuale con una lunga tradizione marinara.