Arnica

Arnica: che cos’è, proprietà e perché fa bene

L’arnica è una pianta dalle molteplici proprietà benefiche tant’è che ne fanno una delle piante più utilizzate nella preparazione di prodotti di ogni tipo per la salute e per il benessere fisico. Creme, unguenti, gel, compresse, oli sono solo alcuni dei prodotti a base di arnica che si trovano in commercio. Nello specifico quando si parla di arnica si fa riferimento all’Arnica Montana, una pianta dal nome così particolare e dalle proprietà rinomate motivo per cui è utilizzata in tantissimi ambiti diversi dai medicinali omeopatici, alla cosmetica, passando la naturopatia fino ad arrivare alle preparazioni alimentari.

La pianta dell’Arnica appartiene alla famiglia delle Composite, predilige le zone di alta montagna e si presenta con dei caratteristi fiori gialli da cui è impossibile non restare incantati. Questi piccoli fiori ricordano le margherite e si raccolgono principalmente nelle aree alpine e prealpine. In Italia è possibile trovarle sulle Alpi e sulle Dolomiti e dopo il raccolto di solito si fanno macerare direttamente nell’olio di mandorla per poi utilizzarli in tante altre preparazioni.

Arnica: proprietà e usi

L’arnica è famosissima per le sue proprietà antidolorifiche, antireumatiche, antinfiammatorie e antiechimatose. L’arnica compositum è invece un apposito preparato omeopatico utilizzato in presenza di patologie più complesse e per contrastare le infiammazioni. I prodotti a base di arnica sono usati principalmente per la sua azione antidolorifica e antinfiammatoria durante la riabilitazione sportiva. L’arnica, infatti, è perfetta in caso di lividi derivanti da cadute, contusioni, traumi, ferite, urti, slogature e anche stiramenti.

Per le sue proprietà antisettiche può invece essere utilizzata per alleviare il fastidio causate dalle punture di insetto ed è ottima anche per contrastare l’acne, i foruncoli e le labbra screpolate.

In ambito bio-cosmetico, invece, l’arnica è utilizzata non solo contro l’acne, ma anche nella preparazione di profumi, prodotti contro la forfora e tonici per capelli. In naturopatia è un vero toccasana per alleviare gonfiori e dolori mentre in campo alimentare trova largo uso soprattutto nella preparazione di bevande, dolci freddi a base di latte, prodotti da forno e addirittura nella realizzazione di gelatine.

Arnica e controindicazioni: cosa c’è da sapere

L’arnica è una pianta perenne e da quel che si evince davvero ricca di benefici e con pochissime controindicazioni, in particolare può causare allergie o dermatiti solo nei soggetti particolarmente sensibili. Il suo uso è pero sconsigliato in gravidanza, motivo per cui prima di farne uso in questo periodo è sempre meglio chiedere consiglio al proprio medico. Bisogna però fare attenzione ai fiori che in quando tossici non vanno ingeriti.

Vediamo ora come usare alcuni prodotti a base di arnica più nel dettaglio.

Pomata a base di arnica: perché usarla

La pomata all’arnica è il prodotto perfetto per alleviare gonfiori, dolori alle ossa, versamenti di sangue e dolori alle articolazioni. E’ un valido aiuto anche in caso di emorroidi o ferite aperte in quanto allevia sia il gonfiore sia il dolore.

Indicativamente utilizzarla sulla zona da trattare per due volte al giorno e per tre settimane dovrebbe essere sufficienti. Ricordate sempre però di farvi consigliare dal medico o dal farmacista di fiducia in caso di trattamenti specifici e in caso di inaspettati effetti collaterali.

Quando usare il gel all’arnica?

Generalmente il gel all’arnica è un prodotto che favorisce un assorbimento più rapido delle sue proprietà rispetto ad una  tradizionale crema o pomata. Un gel di questo tipo è perfetto dunque per trattare velocemente distorsioni, contusioni e gonfiori derivanti traumi nonché lussazioni e stiramenti. Questo è dovuto proprio al fatto che rispetto agli altri prodotti il gel all’arnica ha una maggior concentrazione di principi antinfiammatori al suo interno.

Il gel all’arnica è rinomato anche per le sue proprietà antisettiche e analgesiche nel trattamento di edemi e dolori.