Social Media – giovani a rischio

sembra come se le persone sono sempre più giovani nel campo dei social media. Un recente sondaggio ha mostrato che il 19% dei bambini tra le età di otto e 12, l’utilizzo di siti di social media e in particolare, Facebook, Bebo e MySpace.

Perché è brutto? Quando tutti i siti hanno taglio minimo di età. Allora, dove sono i genitori? Dove è il controllo? L’indagine ha anche mostrato che solo cinque su sei genitori realmente conoscevano i bambini erano in siti di social, in primo luogo.

C’è un messaggio di fondo qui. I social network sono interattivi e personale. Molte informazioni possono essere ottenute attraverso lo scambio di informazioni, esplicitamente o implicitamente in questi siti web. Nei siti di social media stessi nel Regno Unito sono diventati criticato dalle autorità per aiutare a proteggere i bambini dallo sfruttamento di danni.

La maggior parte, se non tutti, i social media siti si intrecciano con difficoltà. Per esempio, ci sono molte truffe e persone che cercano di rubare i siti. Naturalmente ci sono conversazioni degli adulti e la condivisione di immagini, video e altri media che sarebbe inappropriato per una persona giovane. Se le persone sotto i 13 sono già accedendo questi siti è esattamente dove si trova il controllo protegge i bambini da queste minacce?

C’è stato un certo dibattito nel Regno Unito l’uso dei tasti di panico su questi siti. Quindi, se qualsiasi conversazione fu coinvolto o sospettino il pulsante di panico può essere premuto per avvertire le autorità (ad esempio siti di social media), che qualcosa non andava. Tuttavia, questo è stato messo in discussione perché sembra come se potessero eventualmente dissuadere le vittime e potenziali vittime della segnalazione, più dettagliate normali. La presenza di una frode pericolo può, di per sé, porta ad una diminuzione della forza della risposta stessa minaccia.

Vi è una chiara necessità di tutelare i giovani in questi siti web. Troppi giovani sono stati feriti in passato e il sempre presente problema di articoli da toeletta, comprese le minacce di teppisti informatici significa che non siamo ancora al sicuro. I meccanismi sono già, che è specificamente permettere solo le persone aperte di età superiore ai 13 anni per la registrazione, non sembrano funzionare. I giovani sono a rischio e la questione ha bisogno di ulteriore sviluppo e discussione al fine di aumentare la sicurezza e la sicurezza all’interno dei media.