Una definizione e la storia di Psicologia Sociale

Uno studio comprende una definizione, nelle parole stesse, e la storia della psicologia sociale, almeno sei grandi teorici, i tipi di problemi in questo settore considerato i cinque principali variabili di interesse per gli psicologi sociali, e principali tendenze della ricerca contemporanea nel campo.

Questa è una scienza che mira con precisione, oggettivamente, con una ricerca aperto e continuo perché e come le persone si trovano in situazioni sociali (Barone, Byrne e Branscombe, 2005) mente. Alcuni teorici che hanno contribuito al progresso della psicologia sociale sono cavaliere francese Gabriel Tarde, il concetto di imitazione, Gustave Le Bon e la teoria dell’influenza della società sull’individuo di Emile Durkheim. Nel 1874, Herbert Spencer Darwin ampliato i concetti della biologia alla sociologia. Ha coniato il termine “sopravvivenza del più adatto”.

Spencer ha influenzato molti psicologi dei primi americani del 20 ° secolo come William James e sociologi come Edward Ross, Lester F. Ward e William G. Sumner, che ha introdotto la psicologia sociale. J. Mark Baldwin, nel 1897, ha utilizzato la tesi psicologia sociale sui bambini. William McDougall pubblicato “Psicologia sociale” nel 1908.

Nel 1897, Norman Triplett fece il primo esperimento di questa scienza, in quanto i gruppi in competizione e impostare il tono per le prestazioni individuali. A metà degli anni 1920 la psicologia sociale ha preso una presa stabile in psicologia. Nel 1924 Floyd Allport ha scritto “Psicologia sociale”, un libro di formazione dello mondo accademico fino ad oggi.

Nel 1930, Gardner Murphy, Lois Barclay Murphy e Theodore Newcomb ha scritto “Experimental Social Psychology” e Carl Murchison “Manuale di Psicologia Sociale”. Hanno definito psicologia sociale sperimentale, piuttosto che osservazioni naturalistiche. I sociologi hanno iniziato a studiare l’individuo nella società.

Durante la Grande Depressione e la seconda guerra mondiale, Thurstone e Likert indagato cambiamenti negli atteggiamenti. Kurt Lewin e psicologia della Gestalt hanno studiato i gruppi politici, frustrazione e aggressività nei bambini. Lewin ha lavorato in dinamiche di gruppo e risoluzione dei conflitti nel 1940 attraverso il 1970

Muzafer e Carolyn Sherif indagato le dinamiche dei piccoli gruppi in campi estivi nel 1940 e 50. Dopo la seconda guerra mondiale, il campo sembrava problemi. John Dollard e Neal Miller ha lavorato su “apprendimento sociale e imitazione” apprendimento e ratti, nel 1941.

Nel 1950, la sua “personalità e psicoterapia”, ha spiegato la psicoanalisi come apprendimento sociale. Nel 1946, Fritz Heider ha preceduto la teoria dissonanza cognitiva di Leon Festinger, affermando che c’è uno squilibrio nella percezione di un rapporto non coincide con la realtà, provocando un cambiamento nella percezione o realtà per l’equilibrio. Nei primi anni 1960, la ricerca di Stanley Milgram sull’obbedienza stabilito temi che erano scioccante per credere un estraneo per le risposte sbagliate. Questo inganno ha sollevato preoccupazioni etiche. Auto-identità, autostima e immagine di sé sono stati studiati alla fine del secolo scorso. La psicologia sociale è parte del mainstream psicologico.

Questa scienza riconosce il legame tra pensiero sociale e il comportamento sociale. Neuroscienze sociali studia il comportamento sociale e sociale in relazione al cervello e la biologia. Psicologia sociale moderna si concentra sulle parti multiculturali e inconsci del pensiero sociale e il comportamento.

In osservazioni naturalistiche, a fronte di osservazioni sistematiche, i comportamenti si verificano naturalmente.

Ci sono diversi metodi utilizzati in psicologia sociale. Uno è il metodo di indagine. Un altro è il metodo correlazionale che indaga possibili correlazioni, non cause, nelle variabili studiate.

Negli esperimenti di questa scienza, non l’alterazione sistematica delle variabili indipendenti, per studiare i loro effetti sul dipendente. Esperimenti di successo assegnati in modo casuale ai partecipanti di condizioni sperimentali e tenere tutto il resto costante per evitare variabili di confondimento.

Per determinare la validità, psicologi sociali usano statistica inferenziale. Usato meta-analisi per determinare gli effetti delle variabili indipendenti tra gli studi. Essi dipendono anche sulle teorie per far progredire il loro lavoro.

Inganno, o omettendo informazioni dai partecipanti sulla portata di un esperimento, spesso usato in psicologia sociale. Salvaguardia esperimenti di psicologia sociale che utilizzano il consenso informato e debriefing meticoloso. Per concludere, questa scienza è all’avanguardia e cinque grandi aree e le variabili di interesse sono: atteggiamenti, processi di gruppo, apprendimento sociale e cognizione e percezione di sé (APA, 1999)

Riferimenti.

Baron, RA, Byrne, DR, e Branscombe, NR (2005) Psicologia sociale. Boston, MA: Allyn & Bacon.

APA (dicembre 1999) La psicologia sociale: una volta trascurato, ormai un punto fermo. Autore APA Monitor linea 30 (11).