Una visione classica – Perché le persone commettono crimini

?

Una visione classica:? Perché le persone commettono crimini

persone commettono crimini perché questo è ciò che vogliono fare. Il comportamento criminale è una questione di scelte. Oggi, ci sono molte scuse nascosti come ragioni del comportamento criminale. La natura erronea di queste affermazioni hanno un serio impatto sulle strategie di controllo del crimine. L’approccio classico di strategie di controllo del crimine è la tattica di intervento diretto. Le forze dell’ordine, in questa rubrica, tenendo un atteggiamento aggressivo nei confronti del crimine. Le tattiche ritardo una posizione reazionaria è relegata l’illusione di riabilitazione. Nella visualizzazione classica, devianza e la criminalità sono affrontati in modo proattivo. Si sforza di essere coerenti con gli aspetti giuridici e sociali della restrizione. Comportamento deviante nella forma di attività criminale dovrebbe richiedere un approccio punitivo al comportamento. Tale approccio dovrebbe venire con velocità, precisione e certezza. Per controllare le sanzioni lavoro, sistemi di giustizia devono lavorare in modo decisivo. I sistemi di giustizia penale concomitanti devono essere in grado di distribuire le risorse necessarie. Dal punto di vista storico, la scuola classica della criminologia è spesso trascurato come una strategia percorribile per la prevenzione della criminalità.

Tutte le risorse scientifiche, legali e tecniche devono premere forza dietro un approccio più classico al criminologia. Questo sforzo deve essere applicato nel contesto dei tempi moderni. A seguito di una dottrina di “edonismo psicologico”, l’approccio classico sostiene che la gente sceglie liberamente tra le alternative di comportamento. In questa prospettiva, l’autore progetta il suo comportamento criminale prima di svolgere le sue azioni. L’individuo crea la base per la sua partenza dal sociale, il comportamento moralmente o legalmente sanzionato. Una persona che calcola il “dolore rispetto al piacere di un atto”, o di guadagno meno il rischio di fare una certa cosa. Non diversamente dal resto di noi, l’autore conduce il suo comportamento personale come risultato di calcoli. Tali atti di deviazione è derivata piacere che il rischio è maggiore. In altre parole, vogliono qualcosa che qualcun altro ha. I criminali vogliono la distanza più breve tra due punti. L’implicazione della dottrina è che la reazione della società al crimine dovrebbe essere la somministrazione di un dolore tanto. L’approccio generale della scuola classica è che avete bisogno di fare atti indesiderabili dolorose. Posizionamento della pena è fondamentale per avere un impatto sul comportamento. Allo stesso modo, la punizione richiede rieducazione, in modo che i criminali imparano attraverso doloroso costoso conseguenza tale comportamento è controproducente.

Responsabilità e responsabilità sono uniti così definiti, così la perdita percepita superano il guadagno. Poiché la punizione dovrebbe essere uno che può essere calcolato, deve essere la stessa per tutti gli individui. Nessuno è esente, indipendentemente dall’età, la mentalità, status sociale o economico, politico o di altre condizioni di influenza auto-indulgente. Le persone sono conservati piena responsabilità per le azioni di loro scelta. Deterrenza e punizione sostituire la riabilitazione morale. La prevenzione di comportamenti criminali prima che accade è parte della strategia globale degli obiettivi di controllo della criminalità. Questa prospettiva presuppone che la gente prende vantaggio dalle opportunità. Dal momento che le persone decidono liberamente del loro modo di agire, è necessario veloce interdizione della società. Un concetto di criminologia “libero arbitrio” è necessario per garantire la società non si disintegra a causa di un’ossessione con scuse per il comportamento. Il comportamento è influenzato da un processo decisionale che si basa sulle conseguenze. Come tale, è un comportamento criminale.

La motivazione per commettere atti di comportamento criminale sono legate alla base desideri interiori di controllo, dominazione, rabbia, vendetta e la visualizzazione percepiti fallimento personalmente. Un pensiero homer traspare auto-motivato. Il desiderio, opportunità, capacità e combinazione vincente di formulare la strategia di motivazione. Un regno multidimensionale nella mente diventa espressione esteriore di sfruttamento. Come tale, le nostre strategie per combattere la criminalità e le tattiche devono tener conto della motivazione intrinseca del criminale. La motivazione intrinseca è la sottomissione di un’altra persona per guadagno personale. Generalizzazioni affrettate sulla base di ordini del giorno e gli approcci politicamente corrette sono controproducenti per la salute, la sicurezza e il benessere della comunità. Dobbiamo considerare ciò che l’individuo è come penale. Lui o lei non è molto diverso rispetto al resto di noi. A meno che il criminale preferisce “scorciatoia” anziché il modo legittimo di fare le cose. Dimenticate gli approcci pseudo-scientifiche che vengono con le etichette impressionanti e diagnosi complesse. E, dimenticare le mode e feticci soluzioni rapide a breve termine per problemi a lungo termine. Fantasy costrutti teorici non risolvono il crimine. Gli agenti di polizia che lavorano duro invece fanno determinato e dedicato. Sono quelli che risolvono i problemi di comportamento criminale che riguardano l’azienda. Lo fanno attraverso l’interazione collettiva di sostegno pubblico e di partecipazione. Non da parte dei politici, i media, campagna pubblicitaria di moda o di fantascienza.

Le persone commettono crimini come parte di un desiderio egoistico di ottenere qualcosa per niente. La sua “logica privata” si concentra sulla sua presunta “sofferenza” per mano di un mondo insensibile e crudele. Essi egoistico desiderio di cogliere le opportunità, sfruttare i loro interessi pruriginosi, e far valere le loro capacità. Tutto questo si basa sulle loro abilità individuali per ottenere quello che pensano sia loro di diritto. Il criminale non è una vittima della società. Né lui o lei è costretto in una situazione di svantaggio per gli altri. I criminali si rifiutano di accettare la responsabilità e la responsabilità per il loro comportamento. Se sono catturati, sono pronti a scusare burattini scienze sociali, media e politici hanno preconcetta per loro. I trasgressori di sviluppare i loro processi di pensiero, sulla base dell ‘”essere dovuto” qualcosa. Il loro comportamento è collegato a quello che pensano è “giusto”.

scelta personale domina i motivi delle azioni individuali. Pensiamo, fantasticare e agiamo secondo il nostro sistema di credenze di base. Attraverso un processo di pensiero razionale cosciente, selezioniamo le tentazioni di preferenza. Indipendentemente da ciò che ci arriva da fonti esterne, scegliamo quello che vogliamo. Usiamo la nostra storia di imparare a fare le cose che evocano nella nostra mente. Questo è il processo razionale con cui raccogliere e selezionare il corso della nostra azione. In una sorta di “punto di vista economico” del mondo, la gente rischi ed i costi coinvolti nel fare un atto particolare sono equilibrati. Dopo la convalida del “vantaggio” è maggiore del costo, abbiamo deciso di agire. Inoltre, possiamo scegliere di non agire. Crimine, in un certo senso, ha una qualità seducente e afferra la nostra attenzione. Siamo affascinati dal buio in bilico tra il bene e il male. Il bene e il male è semplicemente l’immagine pensiero nel campo della natura umana. Per alcuni, il crimine paga, fino a che non cattura. Almeno un “dolore contro piacere” realtà

Riferimenti:. È calcolato

1. Jeffery, CR, prevenzione della criminalità attraverso la progettazione ambientale (Beverly Hills: Sage Publications, 1971), pagina 24;

2. Samenow, ES, Inside the Criminal Mind (New York: Crown Affari, 1984), pp. 20-22;

3. Schmalleger, F., Criminologia Oggi – An Integrative Introduzione – Quarta Edizione (Upper Saddle River: Pearson-Prentice Hall, 2006), pag 118-119;