Come pulire la cabina doccia in plastica

La pulizia della casa non è mai una cosa semplice: polvere, macchie e graffi sono dei veri e propri nemici. Insomma, il tempo che si dedica alla nostra abitazione non è mai abbastanza.

Molte persone decidono di farsi aiutare nelle pulizie dalla domestica, molte altre invece, preferiscono limitare i costi provvedendo in piena autonomia.
Ogni stanza prevede una pulizia ad hoc e una difficoltà diversa dalle altre. Anche se molto dipende anche dalle dimensioni, visto che le stanze più grandi necessitano di più tempo da dedicare.

In questo discorso però non vi rientra il bagno, solitamente la stanza che viene utilizzata più volte al giorno da tutti i componenti della casa. L’acqua calda genera calcare, nemico numero uno indiscusso di mobili, pareti e superfici. E ovviamente il bagno è proprio la stanza più soggetta al calcare…

In quest’articolo vedremo nello specifico come pulire la cabina doccia in plastica perfettamente. Parliamo dell’oggetto a maggior rischio calcare del bagno, a causa delle docce quotidiane. La plastica poi, tende subito ad opacizzarsi e indebolirsi, quindi la pulizia deve essere abbastanza frequente.

Solitamente, la cabina viene montata nell’angolo della parete ed è strutturata da una parte fissa e da una mobile, la quale permette l’ingresso all’interno del box doccia. Ed è proprio la parte scorrevole la preda preferita dal calcare, visto che a causa di quest’ultimo i binari tendono ad annerirsi, impedendo anche l’apertura delle porte, nel peggiore dei casi. Questo perché lo sporco potrebbe ostacolare i movimenti.

In commercio sono in vendita molti detergenti creati appositamente per rimuovere calcare e incrostazioni varie, ma esistono anche dei metodi ‘dai da te’ ugualmente efficaci. Per la pulizia dei binari, vi sconsigliamo l’utilizzo di detersivi aggressivi che potrebbero addirittura sciogliere la plastica. Vi consigliamo invece, di utilizzare dei detergenti antigraffio a crema, che vanno applicati un paio di minuti sulla superficie. Appunto dopo qualche minuto, il detergente viene rimosso con una spugna e le ante risciacquate con l’acqua.

Stesso discorso anche per quanto riguarda la pedana di appoggio della cabina. Occorre procedere con massima attenzione, visto che la plastica bianca lucida è molto delicata. Il problema della rimozione dello sporco è ancora più complesso quando bisogna rimuoverlo dalle parti trasparenti, su cui i graffi risulterebbero ancora più visibili. Un ottimo igienizzate può essere anche l’aceto, visto che è antibatterico ed anticalcare. Inoltre, non corrode nessuna superficie. Evitate in ogni modo di utilizzare l’alcool, il quale potrebbe opacizzare ancora di più le pareti.
Nel caso in cui l’avete già utilizzato, provate a rimediare utilizzando della carta vetrata a grana sottile, leggermente umida.
Un ulteriore consiglio che vogliamo darvi per prevenire le incrostazioni, è quello di utilizzare la cera d’api, in modo da creare una sorta di barriera protettiva per il calcare.

Siamo arrivati alla fine di questo articolo, in cui vi abbiamo elencato dei piccoli consigli utili a rimuovere il calcare che si forma sulle cabine doccia in plastica. Ovviamente, sono consigli ‘fai da te’, quindi se il risultato non dovesse essere quello auspicato, vi consigliamo di rivolgervi ad un esperto in materia.